Comportamento del gatto: ecco tre curiosità da sapere

Ci sono determinati comportamenti del gatto che potrebbero essere scambiati come “strani” da proprietari che vivono per la prima volta con un gatto. Ma non è così. Andiamo a vedere insieme tre comportamenti del gatto assolutamente normali!

comportamento del gatto

Alcuni aspetti del comportamento del gatto quali predare, graffiare, stare svegli la notte, vagabondare, selezionare e rubare cibo in cucina vengono considerati dai proprietari di gatti come “strani atteggiamenti”. In realtà si tratta di comportamenti normali. Andiamo a conoscerli insieme!

1. Comportamento predatorio del gatto

Molti proprietari si lamentano perché i loro gatti portano loro piccole prede cacciate in giardino e vorrebbero dissuaderli dal farlo.

Ciò non è possibile, perché sarebbe etologicamente scorretto.

Il comportamento predatorio è una caratteristica insita nella specie.

Il gatto, in natura, caccia e non è quindi possibile dissuaderlo dal farlo.

Proprio per questo motivo, è importante creare nell’abitazione una zona gioco, dove il gatto possa esplicare la sua attività di predatore.

Utili le finte prede e i giochi con acqua o con cibo da ricercare, stimolanti per l’attività fisica e mentale del pet.

I gatti che vivono in casa, infatti, se non hanno un ambiente ricco di stimoli possono manifestare con il tempo, ansia, depressione o talora aggressività interspecifica o intraspecifica.