Artigli dei gatti: come riescono i gatti a ritrarre (ed estrarre) gli artigli?

I gatti possono sfoderare volontariamente gli artigli su una sola o su più zampe e usarli nella caccia o nell’autodifesa, per arrampicarsi, per “fare le paste” o per applicare una pressione extra, quando serve, sulle superfici morbide.

A cura di: Dott.ssa Francesca Serena

artigli dei gatti

Come quasi tutti i membri della famiglia dei Felidaei gatti hanno artigli retrattili ovvero che possono ritrarre ed estrarre senza alcuna difficoltà. Gli artigli dei gatti crescono a partire dall’ultima falange delle dita e sono ancorate con tendini, sono fatti da pelle modificata: una cuticola esterna fatta di proteine dure (cheratina) protegge il derma.

Gli artigli durante il movimento sono tenuti inguainati

Gli artigli del gatto vengono tenuti inguainati per protezione durante il movimento. A riposo i legamenti inguainano gli artigli.

I gatti snudano gli artigli contraendo i muscoli flessori digitali, e mettendo in tensione i tendini flessori del lato ventrale del piede.

Nella loro posizione normale e rilassata, gli artigli sono inguainati in apposite tasche cutanee con la pelle e la pelliccia intorno ai rilievi della punta.

Ciò mantiene gli artigli affilati impedendo l’usura dovuta al contatto con il terreno e permette l’inseguimento silenzioso della preda.

Artigli sulle zampe anteriori dei gatti sono più taglienti!

Gli artigli sulle zampe anteriori sono in genere più taglienti di quelli sulle zampe posteriori.

I gatti possono sfoderare volontariamente gli artigli su una sola o su più zampe e usarli nella caccia o nell’autodifesa, per arrampicarsi, per “fare le paste” o per applicare una pressione extra, quando serve, sulle superfici morbide.

Gli artigli troppo ricurvi possono rimanere impigliati nella moquette o nei tessuto spessi, cosa che può provocare lesioni se il gatto non riesce a liberarsi.

La maggior parte dei gatti hanno cinque artigli sulle zampe anteriori e quattro o cinque sulle zampe posteriori.

A volte può comparire un “sesto dito”!

A causa di una antica mutazione tuttavia, gatti domestici e gatti selvaggi possono presentare “polidattilia” (specialmente nella Costa Est del Canada e nella Costa Est del nord degli Stati Uniti) e possono avere sei o sette dita.

Il quinto artiglio anteriore (il dewclaw) è prossimale agli altri artigli.

Più prossimamente, c’è una protrusione che sembra essere un sesto “dito”. Questa speciale struttura delle zampe anteriori, sulla parte interna dei polsi, è il rilievo del carpo, che troviamo anche sulle zampe dei grandi felini e dei cani.

Non ha funzione nel camminare normale, ma è probabilmente un dispositivo anti-slittamento utilizzato nel salto.