Rapporto Zoomafia 2021: in Trentino 171 indagati per crimini contro gli animali

    0
    crimini contro animali Trentino

    In Trentino, nel corso degli anni, sono state effettuate diverse indagini sui crimini contro gli animali.

    Tra questi maltrattamento e uccisione di animali, reati venatori, traffico illecito di animali da compagnia, e altri ancora.

    L’Osservatorio Nazionale Zoomafia LAV ha chiesto alle Procure Ordinarie e a quelle presso i Tribunali per i Minorenni i dati relativi al numero totale dei procedimenti penali sopravvenuti nel 2020, sia noti che a carico di ignoti, e al numero di indagati per reati a danno di animali.

    Crimini contro gli animali: procedimenti in aumento del 27,5% in Trentino

    Nel 2020 sono stati registrati 257 fascicoli (il 2,78% di quelli nazionali), con un tasso di 24 procedimenti ogni 100.000 abitanti.

    Gli indagati sono stati 171 (il 3,23% di quelli nazionali), con un tasso di 16 indagati ogni 100.000 abitanti.

    Rispetto al 2019, i fascicoli sono aumentati del +27,5%, passando da 200 a 255.

    Secondo il Rapporto Zoomafia 2021 gli indagati invece sono aumentati quasi del +6%, passando da 161 a 170.

    Come LAV, da diversi anni ormai operiamo in provincia di Trento con attività di monitoraggio di casi che ci vengono segnalati dai cittadini.

    E qualora vi siano i presupposti rivolgendoci poi alle forze di polizia.

    Vogliamo sperare che dietro l’aumento del numero dei procedimenti in Trentino vi sia una maggiore responsabilità da parte delle persone a denunciare i crimini subiti dagli animali.

    E una sempre più efficiente presa in carico di queste denunce da parte delle forze di polizia.

    Il protocollo d’intesa tra LAV e Arma dei Carabinieri siglato a livello nazionale e operativo anche in Trentino, va proprio in questa direzione“, afferma Simone Stefani, vice Presidente LAV e responsabile della Sede LAV a Trento.

    Ribadiamo ancora una volta la necessità di inasprire le sanzioni per i delitti contro gli animali – sbloccando l’esame della nuova Legge, ferma colpevolmente da tantissimi mesi nella Commissione Giustizia del Senato.

    E di attuare efficaci politiche di prevenzione di tali reati“, conclude Ciro Troiano, Responsabile dell’Osservatorio Zoomafia LAV.

    Continua a leggere su www.lav.it