METALDEIDE

    0

    Definizione

    La metaldeide è un molluschicida molto utilizzato in agricoltura, allo scopo di eliminare o ridurre la presenza di molluschi nocivi per le coltivazioni di piante orticole e ornamentali.

    È disponibile in formulazioni solide (granuli, pellets ecc.) o liquide, nonché sottoforma di esche funzionali ad aumentarne l’appetibilità per i molluschi, ma purtroppo anche per gli animali domestici, in particolare per il cane (tali esche sono utilizzate anche a scopo doloso).

    Eziopatogenesi

    Il tossico agisce soprattutto a seguito dell’ingestione e della conseguente trasformazione, a livello gastrico, in acetaldeide, rapidamente assorbita e distribuita a tutti i tessuti.

    La metaldeide è notevolmente irritante a livello delle mucose con le quali viene in contatto, ma si ritiene che la prevalenza degli effetti tossici sia da imputare all’acetaldeide: in particolare a livello del sistema nervoso centrale, quest’ultima causerebbe una diminuzione di alcuni neuromediatori, quali noradrenalina, serotonina, acido gamma-amminobutirrico (GABA), con conseguente sintomatologia neurologica eccitatoria.