GASTRITE CRONICA

    0

    Definizione

    Processo infiammatorio cronico a carico dello stomaco.

    Eziopatogenesi

    La ripetuta ingestione di sostanze in grado di determinare direttamente o indirettamente una flogosi (sostanze chimiche, cibo avariato, farmaci ecc.), corpi estranei, forme infettive e parassitarie, forme allergiche (vedi allergia alimentare) e condizioni patologiche a carico di altri distretti (es. uremia), sono tra le cause più frequenti di gastrite cronica, che può essere anche riconducibile a forme idiopatiche (la cui patogenesi non è stata ancora chiarita ma si ritiene per certi aspetti simile a quella della IBD).

    Alcune razze quali Norsk Lundehund, Basenji e Drentse Patrijshond sono considerate a rischio di gastrite cronica.

    I reperti istologici possono consentire di classificare la gastrite cronica in linfoplasmacellulare, eosinofilica, ipertrofica (generalizzata, di più frequente riscontro nel Boxer e nel Basenji, o localizzata, spesso di natura autoimmune e più frequente nei Lhasa Apso, Maltesi, Shih-Tzu), atrofica e granulomatosa.