Il furetto e l’estate: quali sono i pericoli peggiori in agguato?

A cura di: Dott. Kiumars Khadivi-Dinboli

furetto

Al furetto, l’estate piace ma è bene che i proprietari facciano attenzione ai vari problemi che potrebbero presentarsi durante la stagione più calda.

L’estate e la bella stagione sono legate ad un aumento della temperatura e non è sempre un fattore positivo per i nostri amici animali.

FURETTO, ATTENZIONE AI PARASSITI!

Durante la stagione estiva, come prima cosa occorre fare attenzione all’aumento di parassiti, che possono infestare l’animale e causare prurito, perdita di pelo, arrossamento o zone alopeciche.

I furetti sono animali che si grattano spesso e non sempre è sintomo di parassitosi, a volte è semplicemente la muta stagionale del pelo.

Per valutare un’eventuale infestazione da ectoparassiti è opportuno esaminare il furetto: è facile osservare nella zona del sottopelo e della cute pulci o feci di pulci, lo stesso vale per le zecche, anche se il furetto in genere non ne è particolarmente soggetto.

Anche gli acari spesso infestano le orecchie del furetto e possono provocare prurito, eczemi o otiti se non si interviene in modo tempestivo.

Come prevenzione il collare antiparassitario è da evitare nel furetto, potrebbe essere sfilato, essere mangiato o creare problemi nei movimenti dell’animale.

Per prevenire l’infestazione da ectoparassiti si possono utilizzare antiparassitari tipo spot on o spray da dosare a seconda del peso dell’animale.

Lo stesso in caso di infestazione accertata. Di solito è bene chiedere un consiglio al proprio medico veterinario di fiducia.

BALCONI E FINESTRE: PERICOLO IN AGGUATO!

Un altro pericolo della bella stagione è la caduta dei furetti da balconi o finestre.

I furetti sono animali giocherelloni: sta al proprietario controllare che non abbiano accesso a finestre o balconi per evitare traumi ed incidenti.

Una rete di solito non è sufficiente per proteggere il furetto dalla caduta perché riesce ad arrampicarsi.

È molto utile un rivestimento di plexiglas, di vetro oppure un pannello di legno abbastanza alto, così che il furetto non riesca ad arrampicarsi rimanendo inoltre protetto da un’eventuale caduta.

In caso di caduta da piani alti è bene rivolgersi immediatamente ad un medico veterinario per verificare la gravità delle lesioni.

COLPO DI CALORE: COSA FARE E NON FARE

Durante l’estate non è assolutamente da sottovalutare il calore eccessivo. Per i furetti, che sono animali piccoli, è facile essere soggetti ad un colpo di calore.

In estate è importante non tenere i furetti in macchina, camper o roulotte sotto il sole (anche con finestrini leggermente aperti) ed anche in una stanze oppure appartamenti esposti al sole con le porte e finestre chiuse.

Nel caso di un colpo di calore in un furetto è bene rivolgersi immediatamente ad un medico veterinario.

Molto importante è non dare da bere agli animali accaldati dell’acqua molto fredda.

Questo sbalzo termico a livello gastrointestinale può causare una gravissima congestione gastrica e/o intestinale che può portare ad un indebolimento permanente dell’intestino e varie patologie anche molto gravi nel futuro.

Quindi durante l’estate è bene non esporre gli animali al caldo umido e di somministrare l’acqua sempre a temperatura ambiente.

Impacchi o spugnature di acqua fresca possono aiutare a ripristinare la temperatura corporea.

CONDIVIDI