Come combattere l’obesità del cane? stop a premietti e fuoripasto

“Niente premietti gratis, né avanzi di casa, né fuoripasto, ma più passeggiate e più gioco”

obesità del cane

Per combattere l’obesità del cane è necessario porre uno stop a cibo dato come premietti senza una ragione, a fuoripasto e soprattutto agli avanzi di casa, ovvero quegli alimenti – molto conditi – che arrivano direttamente dalle nostre tavole e finiscono nella ciotola del nostro cane. Esempi classici? pizza, pane o pasta.

Comportamento errato come causa dell’obesità del cane

Spesso il cibo viene dato all’animale anche per colmare la mancanza di tempo che gli dedichiamo ma ciò è sbagliato, soprattutto per la sua salute e una sua corretta alimentazione.

Anziché colmare con il cibo, è necessario trovare il tempo per interagire di più con lui, con più movimento e passeggiate.

Insegnare al cane a guadagnarsi il cibo, secondo il metodo americano ‘Nothing in life is free’ che educa gli animali a dover fare qualcosa ogni volta che devono mangiare. Quindi, niente premietti o bocconcini gratuiti, semmai, invitare Fido a sedersi e poi dargli la pappa, secondo il meccanismo mentale ‘bravo, pappa’”. Questo è uno dei consigli del comportamentalista Vieri C. Timosci, meglio noto come Dr.Dog, nell’ambito della campagna Hill’s di prodotti alimentari mirata a risolvere il problema del sovrappeso e dell’obesità nei cani.

Un cane obeso ha serie difficoltà fisiche e psichiche. Non ha voglia di muoversi, tende ad essere sempre più sedentario e le sue condizioni fisiche lo spingono a isolarsi. Il cibo è la risorsa primaria da usare per rinforzare un comportamento. Ma dispensarlo senza una dispensarlo senza una ragione specifica compromette l’efficacia educativa” ricorda il comportamentalista.

L’esperto invita il proprietario a svolgere un corretto equilibrio tra nutrizione ed esercizio fisico. Tra le patologie e malattie nei cani in sovrappeso od obesi, spiccano: difficoltà di movimento e interazione con altri cani, artrite, diabete, problemi respiratori, pressione alta, cancro, dermatiti e molto altro ancora.

CONDIVIDI