Avvelenamento da alghe tossiche nel cane

Bisogna evitate ai cani di entrare nei bacini palesemente ricchi di alghe, perché in alcuni casi possono rivelarsi pericolose trappole. Vediamo in quali casi.

0

A cura di: Prof. Agostino Macrì

alghe cane

Cosa succede se il cane si tuffa e ingerisce l’acqua di bacini pieni di alghe? È pericoloso?

Bisogna fare sempre attenzione perché in alcuni casi rari casi può essere pericoloso. Vediamo in quali.

La proliferazione delle alghe

Con l’approssimarsi dei primi caldi in molti dei bacini idrici sia marini, sia di acqua dolce (fiumi, laghi, stagni, vasche, ecc.) si verifica uno sviluppo molto sostenuto di alghe microscopiche.

Questo fenomeno si può facilmente osservare per la loro massiccia presenza sulla superficie delle acque che perdono la loro trasparenza.

L’acqua assume quindi colori di varie tonalità che vanno dal verde, al marrone, al giallo.

alghe cane bagno

La crescita delle alghe dipende in gran parte dalla contaminazione delle acque con fosforo e azoto inorganico (nitrati), derivante dagli scarichi urbani oppure da reflui agricoli.

Questi elementi infatti sono il loro “nutrimento” essenziale.

Grazie a queste sostanze e alle temperature elevate dei periodi estivi le alghe si sviluppano e muoiono in brevissimo tempo.

Sulle alghe morte possono poi svilupparsi degli altri microrganismi come i cianobatteri.

Questi microrganismi, di fatto, provocano la formazione di biomasse putride e maleodoranti che sottraggono l’ossigeno disciolto nell’acqua.

In tal modo rendono difficile la vita di animali acquatici e compromettono gli equilibri ambientali preesistenti.

Le aghe tossiche per il cane

Alcune alghe sono in grado di produrre delle tossine che possono essere ingerite e accumulate da organismi acquatici come i molluschi che, se consumati a scopo alimentare, possono intossicare l’uomo.

Quelle sinora conosciute si possono raggruppare nelle paralitiche, le diarroiche e le anamnesiche.

Tale classificazione si basa sulle patologie che provocano a seguito della loro ingestione da prodotti ittici contaminati.

Un pericolo non molto conosciuto è il contatto diretto con le alghe o addirittura l’ingestione di acqua contenente le alghe e/o le loro tossine.

È un pericolo cui vanno incontro i bagnanti sia umani, sia animali.

alghe cane bagnato

In particolare sono stati segnalati numerosi cani che si sono gravemente intossicati o addirittura morti dopo essersi immersi nell’acqua di laghetti presenti nei parchi pubblici in cui erano presenti delle fioriture algali.

Nelle giornate calde i nostri animali possono cercare un po’ di refrigerio bagnandosi.

Alle volte siamo noi stessi a lanciare qualche oggetto in acqua per spingere gli animali a recuperarli.

Queste situazioni possono trasformarsi, seppur raramente, in pericolose trappole che vanno evitate impedendo ai nostri cani di entrare nei bacini palesemente ricchi di alghe.

Nei casi in cui gli animali dovessero intossicarsi con le acque contaminate da tossine algali è necessario ricorrere con la massima urgenza dal Medico veterinario.

Unione consumatori UNC - logo

Autore: Agostino Macrì, Unione Nazionale Consumatori