ORCHITI/EPIDIDIMITI

    0

    Definizione

    Processo infiammatorio mono o bilaterale che coinvolge testicolo ed epididimo, a causa degli stretti rapporti di contiguità e continuità intercorrenti tra questi due.

    Eziopatogenesi

    In genere orchiti ed epididimiti colpiscono i cani giovani, senza alcuna predisposizione di razza. Tra le cause sono riportate quelle infettive, autoimmuni e idiopatiche.

    I principali agenti eziologici riconosciuti come causa di orchite ed epididimite sono Brucella canis, Escherichia coli, Proteus vulgaris, Streptococcus spp., Staphylococcus spp., Mycoplasma canis, Ehrlichia canis, blastomicosi e il virus del cimurro. Nel gatto si possono avere orchi-epididimiti in seguito a peritonite infettiva felina (FIP).

    I casi ad eziologia autoimmune sono da imputare al danneggiamento della barriera ematotesticolare; in questi casi, infatti, le cellule infiammatorie raggiungono il lume di tubuli seminiferi, attaccando gli spermatozoi con la formazione di anticorpi diretti contro le cellule in maturazione e con la distruzione del tessuto spermatogenico.

    Le orchiti autoimmuni possono essere conseguenti a infezioni secondarie o a patologie autoimmuni diffuse in tutto l’organismo; le più gravi sono quelle linfocitiche che portano nella maggior parte dei casi ad atrofia testicolare accompagnata da azoospermia. Le forme croniche sono generalmente sequele di quelle acute oppure di eventi subacuti pregressi, in primis le prostatiti croniche.