IPERTIROIDISMO

    Patologia multisistemica dovuta a eccessiva produzione e secrezione degli ormoni tiroidei l'ipertiroidismo rappresenta l’endocrinopatia più frequente nel gatto.

    0
    gatto che miagola ipertiroidismo

    L’ipertiroidismo è una patologia multisistemica dovuta a eccessiva produzione e secrezione degli ormoni tiroidei L-tri-iodotironina e L-tiroxina.

    Rappresenta la patologia endocrina più frequente nel gatto.

    Sintomi e insorgenza di ipertiroidismo nel gatto

    È una condizione quasi esclusiva del gatto, dove in genere si riscontra a partire dagli otto anni di età.

    La causa più frequente è l’iperplasia adenomatosa multinodulare, che può colpire uno o entrambi i lobi della tiroide.

    L’eziopatogenesi dell’eventuale trasformazione neoplastica del tessuto tiroideo non è ancora ben chiara.

    Si ipotizza che possa essere dovuta a fattori immunologici, infettivi, nutrizionali (alimentazione esclusiva con cibo umido del commercio, sostanze di rivestimento di alcune scatolette ecc.), ambientali (uso della lettiera, esposizione a erbicidi o fertilizzanti, ecc.) o genetici.

    A volte l’ipertiroidismo è legato alla presenza di tessuto tiroideo ectopico nel mediastino, in genere craniale.

    Sintomi precoci dell’ipertiroidismo possono essere degli aumenti nei livelli di attività del gatto.

    Un gatto di mezza età che vive in casa può tendere a diventare un po’ sedentario.

    Se un gatto di mezza età, che vive in casa e tendenzialmente  sedentario, inizia ad essere improvvisamente molto attivo, si sveglia di notte o la mattina presto come quando era giovane, sarà bene indagare con il Medico veterinario cosa può essere alla base di questo cambiamento.

    Con il progredire della patologia altri sintomi si rendono più gravi ed evidenti: dimagrimento con aumento dell’appetito; aumento della sete e dell’urinazione (poliuria-polidipsia); vomito e diarrea.