Partito il Progetto Inhabit per Lucca prima smart city europea amica degli animali

    0
    animali città Progetto Inhabit abbandoni

    Un laboratorio on line per raccogliere idee e soluzioni innovative e fare di Lucca la prima smart city europea amica degli animali.

    Questa l’iniziativa partita lo scorso gennaio che fa parte del progetto europeo Inhabit (Inclusive Health And wellBeing in small and medium ciTies).

    Il progetto è coordinato dall’Università di Pisa in partenariato con Comune di Lucca e Lucca Crea.

    Progetto Inhabit per valorizzare l’interazione tra persone e animali in città

    Cinquanta partecipanti, organizzati su cinque tavoli di lavoro, hanno disegnato i primi servizi e le soluzioni per valorizzare l’interazione tra persone e animali.

    I settori sensibili interessati sono il supporto alla vita attiva degli anziani, il sostegno per i giovani con difficoltà di apprendimento e l’aiuto per le persone a rischio di emarginazione sociale.

    Il laboratorio ha inoltre lanciato diverse proposte in campo economico, dall’accoglienza turistica, a nuove opportunità occupazionali per giovani imprese.

    Le aree animabili

    A Lucca sono state già progettate le animabili, spazi pubblici dove facilitare le interazioni tra persone e animali.

    Queste aree legheranno il centro con l’acquedotto Nottolini e con il parco fluviale del Serchio” – spiega il professore Francesco di Iacovo direttore del Dipartimento di Scienze Veterinarie dell’Ateneo pisano.

    Questa piattaforma partecipativa ora accompagnerà tutto il progetto per disegnare soluzioni per valorizzare gli animali come risorse per accrescere la qualità della vita nelle città“.

    Il team dell’Università di Pisa che ha animato il laboratorio è composto da Chiara Mariti, Massimo Rovai, Angelo Gazzano, Carlo Bibbiani, Roberta Moruzzo, Francesco Riccioli come docenti e dalle dottorande Carmen Borrelli e Giulia Granai.