Covid-19, progetto “Cicogna bianca Calabria” a rischio

    0

    Anche quest’anno, fortunatamente, la cicogna bianca è arrivata nei siti di nidificazione in Calabria ma, per potersi riprodurre, ha bisogno dell’aiuto dell’uomo.

    La cicogna nidifica quasi esclusivamente su nidi artificiali che da oltre 15 anni, la Lipu di Rende installa sui tralicci e pali elettrici grazie alla collaborazione e al supporto di e-distribuzione, la società del Gruppo Enel.

    Quest’anno, però, causa pandemia da Covid-19, tutte le attività che ruotano attorno al progetto “Cicogna bianca Calabria” sono sospese. Le osservazioni sono dunque affidate a quei pochi volontari Lipu, conoscenti o agricoltori che abitano nelle zone di nidificazione della specie.

    Continua su Ansa.it