TOXOPLASMOSI

    0

    Definizione

    Malattia da protozoi, spesso subclinica, cosmopolita. Zoonosi.

    Eziopatogenesi

    Toxoplasma gondii, parassita protozoo intracellulare obbligato della famiglia Sarcocystidae, phylum Apicomplexa.

    L’infezione può trasmettersi attraverso l’alimentazione con carne (cruda o poco cotta) e vegetali contaminati da oocisti eliminate attraverso le feci del gatto.

    I felini, domestici e selvatici, sono gli unici ospiti definitivi nei quali si assiste al ciclo biologico intestinale; le altre specie animali, compreso cane e uomo, rappresentano gli ospiti intermedi in cui si svolge il ciclo biologico extraintestinale (anche nel gatto): superata la barriera intestinale, gli sporozoiti raggiungono, per via linfo-ematogena, le cellule di numerosi organi (soprattutto polmone, fegato, muscolo, encefalo).

    L’immunità susseguente all’infezione rallenta e blocca la replicazione di tali microrganismi che si incistano nei tessuti (bradizoiti). Le oocisti possono sopravvivere nell’ambiente per un massimo di un anno e sono resistenti ai disinfettanti.