LEUCOPENIA

    0

    Definizione

    Per leucopenia si intende un conteggio leucocitario inferiore ai limiti di riferimento normali per la specie. Il conteggio leucocitario totale deriva dalla somma dei valori assoluti delle singole popolazioni cellulari (neutrofili, eosinofili, basofili, linfociti e monociti).

    Eziopatogenesi

    •   Neutropenia (riduzione del numero assoluto dei neutrofili): può essere legata ad eccessivo consumo dei neutrofili circolanti, a causa di infezioni acute gravi, o a riduzione della produzione midollare conseguente a varie cause, tra cui virus (Feline Leukemia Virus – FeLV, Feline Immunodeficiency Virus – FIV, parvovirus ecc), infezioni (ehrlichiosi nel cane, toxoplasmosi nel gatto), trattamenti farmacologici (antineoplastici, estrogeni, fenilbutazone, griseoful- vina), neoplasie (primarie del midollo o metastatiche), mielofibrosi.

    •  Eosinopenia (riduzione del numero assoluto degli eosinofili): ha scarso significato clinico ed è spesso correlabile a stress o all’uso di corticosteroidi.

    • Basopenia (riduzione del numero assoluto dei basofili): ha scarso significato clinico anche per il fatto che raramente si osservano sullo striscio ematico.
    • Linfopenia (riduzione del numero assoluto dei linfociti): è un reperto molto comune in cani e gatti, in quanto legata allo stress o comunque alla liberazione di corticosteroidi endogeni in corso di malattia. È solitamente associata a neutrofilia nel leucogramma da stress. È legata anche a infezioni acute e sistemiche (virali e batteriche), nonché all’utilizzo di terapie a base di cortisone. Si può avere anche in corso di chemioterapia. Le linfopenie da perdita sono in genere dovute a malattie croniche enteriche e a chilotorace.