ENTERITE VIRALE

    0

    Definizione

    Condizione clinica caratterizzata da diarrea del piccolo e/o del grande intestino conseguente alla infezione da parte di virus patogeni.

    Eziopatogenesi

    L’ingresso dei virus avviene generalmente per via orale, tra i patogeni più frequentemente coinvolti ricordiamo Parvovirus e Coronavirus. Una volta penetrato nelle cellule intestinali (in tale sede la localizzazione può variare in base al virus coinvolto, più alla base del villo il primo, più alla sommità il secondo), il virus replica danneggiando le stesse, determinando alterazioni mucosali e favorendo le infezioni batteriche secondarie.

    Nel gatto, esiste anche una forma peculiare di colite indotta dal Coronavirus (della peritonite infettiva felina), contraddistinta da aree di fibrosi mucosale, riduzione e forte danno morfologico delle cripte e aree di infiltrazione plasmacellulare.

    Un quadro analogo, ma interessante il piccolo intestino, lo riscontriamo in corso di infezione da Coronavirus del cane; in questa specie in particolare risulta peculiare l’atrofia dei villi e la caratteristica formazione di sincizi di enterociti, appiattiti e privi di orletto a spazzola, che coprono l’apice dei villi ma che non assolvono più alle normali funzioni assorbenti.

    Altri virus quali ad esempio quello del cimurro, il Rotavirus, i virus della leucemia felina e dell’immunodeficienza felina sono variabilmente associati a forme enteriche.