DIABETE INSIPIDO

    0

    Definizione

    Patologia caratterizzata da eliminazione di elevate quantità di urina diluita, per incapacità a concentrarla, a causa di una ridotta/assente secrezione di vasopressina o per refrattarietà dei nefroni ad essa.

    Eziopatogenesi

    La vasopressina (od ormone antidiuretico o arginina-vasopressina) agisce a livello renale (consente all’epitelio del tubulo collettore di divenire permeabile all’acqua) aumentando il riassorbimento dell’acqua.

    Il diabete insipido viene classificato in centrale e nefrogenico, a seconda della localizzazione del problema.

    Nel diabete insipido centrale, forma di più frequente riscontro nel cane e nel gatto, si ha la produzione di urine ipostenuriche per ridotta (diabete insipido centrale parziale) o mancata (diabete insipido centrale completo) secrezione di vasopressina da parte dell’ipotalamo; la causa principale è in genere rappresentata da neoplasie intracraniche a carico di ipotalamo e ipofisi, ma a volte può conseguire anche a traumi cranici, metastasi, infiammazioni ecc.

    Molto più raro sia nel cane sia nel gatto è il diabete insipido nefrogenico in cui i nefroni sono refrattari all’azione della vasopressina, secreta in quantità normali o aumentate; in questo caso la condizione può essere congenita o secondaria a neoplasie o ad altre endocrinopatie (diabete mellito, iperadrenocorticismo, ipertiroidismo ecc.).