Oneglia, al via il processo a carico dell’uomo che uccise il cane Rufus

    0
    cane

    Rufus era un cane speciale impiegato per la pet therapy in una fattoria didattica in località Oliveto, vicino a Oneglia in Liguria. Rufus è stato ucciso cinque anni fa da Maurizio Massa, un 50enne autista di bus.

    Ucciso barbaramente e con crudeltà: il cane sarebbe stato colpito con una spranga una prima volta mentre si trovava al confine con la sua proprietà. Poi, quando Rufus, seppure gravemente ferito, ha cercato di mettersi in salvo tornando verso casa, l’uomo lo avrebbe inseguito per finirlo.

    Solo lunedì è iniziato il processo a carico di Maurizio Massa. In aula, Massa, non si è presentato ma il legale di Massa ha chiesto che l’uomo venisse giudicato con il rito abbreviato.

    All’udienza il giudice ha solo accolto la costituzione di parte civile della famiglia umana di Rufus e anche la Lega nazionale per la difesa del cane.

    Continua su LaStampa.it