La gravidanza isterica nella cagna: cos’è?

Un disturbo piuttosto comune delle cagne è la pseudogravidanza o gravidanza isterica: patologia del sistema riproduttivo dovuta ad alterazioni ormonali.

gravidanza isterica

La gravidanza isterica compare entro i due mesi successivi al calore e può durare da qualche settimana fino a sessanta giorni. Si manifesta come una vera e propria gestazione e/o uno stato di incipiente lattazione con specifiche modificazioni ormonali, comportamentali e fisiche.

I principali segni riscontrabili sono gonfiore e dolorabilità alle mammelle e aumento di volume dell’addome, maggiore irritabilità, senso di agitazione fino a manifestazioni di aggressività o al contrario può esserci perdita di appetito e apatia.

La cagna in queste condizioni inizialmente prepara il nido o tenta di scavare delle buche nel terreno, poi adotta un oggetto qualsiasi come fosse un cucciolo curandolo come tale, manifestando attitudini materne e difendendo tale oggetto come fosse suo figlio.

Se vive in gruppo, può accettare di fare da balia a cuccioli di altre cagne.
Le origini di questo disturbo infatti sono da ricercarsi in tempi remoti, quando i cani vivevano in mute allo stato selvatico e solo la femmina dominante si accoppiava e la sua prole veniva adottata da altre femmine del branco.

Dal punto di vista clinico, vi sono diverse complicanze, quali le mastiti a causa dell’accumulo di latte prodotto che non viene eliminato e le anomalie comportamentali date da gemiti continui, aggressività incontrollata, fattori che diventano un serio problema da gestire da parte dell’allevatore.

Nel caso in cui il disturbo sia grave, è meglio optare per un’ovarioisterectomia, intervento risolutivo sia dal punto di vista clinico sia comportamentale.

Gravidanza isterica? Ecco i segni per riconoscerla!

  • Comportamento materno: preparazione del nido, istinto protettore ecc.
  • Disturbi del comportamento: apatia, aggressività e istinto di difesa.
  • Produzione e secrezione di latte.
  • Edemi frequenti e infiammazione delle ghiandole mammarie (mastiti).
  • Eventuale rigonfiamento dell’addome, che sembra mimare una vera e propria gravidanza.
CONDIVIDI